Piazza Caponnetto, Gallicano concerto

Al Cavallino Bianco di R. Benatzky

Alle ore 21:00

Compagnia Teatro Musica Novecento, M. Stefano Giaroli, direttore.

Im weißen Rößl noto anche come Il Cavallino Bianco o The White Horse Inn, è stato originariamente co-scritto da Gustav Kadelburg e dal regista teatrale berlinese Oscar Blumenthal che ha avuto l’idea per la commedia dopo aver assistito ai disegni amorosi di un capocameriere sul proprietario vedovo di un albergo in cui ha soggiornato una volta durante le vacanze. Quello che ha visto ha fornito l’intera premessa per lo spettacolo.

Il Cavallino Bianco aprì, come opera teatrale, a Berlino nel 1897; nel 1926 era stato trasformato in un film; l’unica cosa che non era stata ancora fatta era creare una versione musicale che l’umorismo di Il Cavallino Bianco chiaramente richiedeva.

L’operetta di Benatzky e Stolz, che era una collaborazione tra librettisti e compositori, come l’opera teatrale, è stata presentata in anteprima a Berlino. Dopo la sua prima rappresentazione nella capitale tedesca l’8 novembre 1930, l’operetta andò in scena nei teatri di tutto il mondo, tra cui Londra, Parigi, Vienna e New York.

Dopo una rappresentazione a Bologna nel 1940, l’operetta non fu autorizzata a essere rappresentata in Italia, poiché alcuni dei co-autori erano ebrei. Allo stesso modo il regime nazista in Germania proibì gli spettacoli per lo stesso motivo. Ciò non ha impedito all’operetta di diventare popolare in tutto il mondo.

 La storia

Leopold Brandmeyer, capocameriere del White Horse Inn, è perdutamente innamorato del suo capo, il proprietario della locanda, Josepha Vogelhuber. Tuttavia, è più interessata a uno dei suoi ospiti, un avvocato, il dottor Erwin Siedler, che rappresenta un cliente di nome Sülzheimer in una controversia commerciale. Siedler fa il passo falso di innamorarsi della figlia dell’avversario del suo cliente, Ottilie Giesecke, solo per suo padre, Wilhelm, per vedere il vantaggio nello scambiare una causa per un fidanzamento facendo sposare Ottilie con il figlio di Sülzheimer, Sigismund, che si è appena presentato al Locanda. E così continua: una commedia degli errori in cui ogni personaggio insegue la persona sbagliata, con risultati divertente.

Compagnia Teatro Musica Novecento

La Compagnia Teatro Musica Novecento nasce nel 1995 a Reggio Emilia ad opera di un gruppo di artisti affermati in campo teatrale, lirico ed operettistico, con importanti esperienze maturate nelle più prestigiose Compagnie d’Operetta e di Prosa, nonché in importanti Enti Lirici.

Incoraggiata dai calorosi consensi riscossi con la sua prima produzione, La Vedova Allegra di Franz Lehár, la Compagnia Teatro Musica Novecento ha intrapreso un percorso di ricerca, valorizzazione e modernizzazione nell’ambito del genere Operetta. Cin-Ci-Là, Il Paese dei Campanelli, Al Cavallino Bianco,La Principessa della Czarda, Scugnizza e L’Acqua Cheta, assieme alla già citata Vedova Allegra, sono i titoli di punta che hanno portato la Compagnia ad esibirsi nelle migliori piazze e teatri d’Italia in più di venti anni di piena attività.

Ciò che fin da subito ha connotato la Compagnia Teatro Musica Novecento e che è stato fortemente apprezzato da pubblico e critica è una visione corale dello spettacolo, in cui tutti gli elementi hanno una peculiare caratterizzazione e uno specifico rilievo, in virtù anche di sapienti piccoli ritocchi in chiave più moderna ai copioni tradizionali.

Un elemento sicuramente distintivo della Compagnia è sicuramente la musica dal vivo: Teatro Musica Novecento è infatti una delle pochissime compagnie d’Operetta in Italia che può vantare della presenza dell’orchestra dal vivo in ogni suo spettacolo, grazie alla stretta collaborazione con l’Orchestra Cantieri d’Arte.

Data

04 Ago 2021
Scaduto!

Ora

21:00
Gallicano

Luogo

Gallicano
Piazza Caponnetto, Gallicano Lucca
it_IT